Home » News » Cybersecurity

Aipsa, Clusit e Utilitalia: Energy & Utilities Security Summit 2022

Aipsa, Clusit e Utilitalia portano l’attenzione sul settore Energia e Infrastrutture Critiche che da anni vede inarrestabile il trend di crescita degli attacchi informatici che lo riguardano, tanto da essere  definito uno dei più sensibili nelle diverse dimensioni del rischio cibernetico: l’ultimo Rapporto Clusit evidenzia nello specifico che gli attacchi nel 2021 sono stati oltre il 10% in più rispetto al 2020.
 
“Oggi – sottolineano le tre Associazioni – al rischio endemico e globale del settore, si somma l’ulteriore esposizione di tutta la filiera nel contesto del conflitto Russo – Ucraino, che si combatte anche nel cosiddetto “quinto dominio”, come viene definito l’ambito della cyber war. La guerra cibernetica sta di fatto esponendo proprio le grandi infrastrutture di produzione, trasporto e distribuzione dell’energia quali obiettivi primari, con i conseguenti rischi di ripercussioni devastanti sui singoli Paesi coinvolti, con un potenziale effetto domino su tutto il resto del mondo, in un equilibrio che oggi appare ancora decisamente instabile, tra esigenze di indipendenza e continuità produttiva. La situazione è resa inoltre più complessa dai provvedimenti sanzionatori, ancora in progressiva via di adozione”.
  
Ecco quindi che Clusit, Aipsa e Utilitalia, insieme ad alcuni dei principali attori italiani del mercato dell’energia, organizzano in streaming nella giornata di giovedì 26 maggio, a partire dalle ore 10.00, la seconda edizione di Energy & Utilities Security Summit.

Le tre Associazioni proseguono un percorso di impegno volto a creare conoscenza sul tema della sicurezza cyber, unendo forze e risorse, nella convinzione che il settore necessiti di consapevolezza anche con il coinvolgimento di privati ed istituzioni.
 
Il convegno, che si rivolge alle utilities e aziende italiane dell’energia, metterà a confronto esperti e attori del mercato sulle sfide oggi più rilevanti per la continuità del business delle utilities nella tavola rotonda “Il Settore Energy in tempi di conflitto multidimensionale. Il fattore cyber”, con contributi, tra gli altri, di:

  • Alessandro Cattelino, Responsabile Cybersecurity, Iren SpA
  • Serena Contu, Head of Data Protection, Corporate Liability Compliance and Ethic Code Values, Eni Plenitude Società Benefit
  • Massimo Cottafavi, Global Security & Cyber Defence Dpt., Head of Cyber Security & Resilience, SNAM
  • Alessandro Manfredini, Direttore Group Security & Cyber Defence del Gruppo A2A
  • Franco Picchioni, Head of Information & Cyber Security, Gruppo Hera
  • Mattia Sica, Direttore del Settore Energia, Reti e Tecnologie di Utilitalia

La tavola rotonda sarà moderata da Andrea Chittaro, Presidente Aipsa e da Gabriele Faggioli, Presidente di Clusit.

“Proponiamo questa seconda edizione di Energy & Utilities Security Summit insieme ad AIPSA – evidenzia Faggioli – consapevoli che la condivisione di conoscenza e l’applicazione delle normative, quale, per esempio, quella del Perimetro di sicurezza nazionale cibernetica, che sta oggi prendendo corpo coinvolgendo l’Agenzia per la Cybersicurezza nazionale ed operatori, sono già oggi la base per un’evoluzione del settore in ambito di cyber security. Tuttavia, le minacce derivanti dalla situazione geopolitica attuale, che insiste sugli effetti ancora concreti della pandemia, e la necessità di implementare in maniera efficace anche una logica di sicurezza della supply chain, ci fanno ribadire ancora una volta quanto investimenti in Ricerca e Formazione e, più in generale in iniziative d’impresa nell’ambito della cybersecurity, siano vitali per il settore”.

“Da oltre 30 anni AIPSA – precisa Chittaro – diffonde la cultura della Security attraverso un continuo confronto tra gli esperti del settore, le istituzioni e i professionisti della security aziendale. Con questa seconda edizione del Security Summit proseguiamo insieme a Clusit un percorso volto ad alimentare la conoscenza sul tema, unendo forze e risorse, nella convinzione che il settore necessiti di maggiore consapevolezza tanto sul fronte privato che su quello istituzionale. Un “sistema Paese” si qualifica come tale anche dal grado di sinergia che sa creare fra tutti gli attori coinvolti in ambiti così complessi”.

“Le Utility – specifica Sica – avranno un ruolo centrale in molte delle Linee di sviluppo del PNRR, soprattutto per gli investimenti nella transizione verde e nella digitalizzazione dei Servizi. Il PNRR deve essere una occasione per rafforzare sia le infrastrutture fisiche del nostro Paese che il complesso ecosistema di Sicurezza dei servizi essenziali. Le Utility stanno crescendo nella conoscenza e nella strutturazione del contesto Cyber sicurezza. Il sostegno e la collaborazione con Clusit e AIPSA portano valore ad un percorso che, sebbene efficacemente avviato da molti Operatori del comparto Utility, deve trovare la massima espansione nei tempi più brevi possibili”. 

Condividi questo articolo su:

Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.