Home » News » Vigilanza

Antonio Staino: le richieste di Assovalori a supporto delle Imprese

Antonio Staino: le richieste di Assovalori a supporto delle Imprese

Antonio Staino, Presidente Assovalori, in occasione di Medity aveva sottolineato alcuni aspetti salienti per la categoria del Trasporto Valori.

Ritorna su alcuni argomenti “caldi” in questi giorni estivi prima delle vacanze, per denunciare che le “imprese iscritte all'albo dei trasportatori, come quelle di Assovalori, non beneficiano di agevolazioni sul costo del carburante o su oneri burocratici come accade per chi opera su mezzi pesanti. Il costo del carburante rappresenta una voce di spesa assai rilevante, in special modo quando si tratta di servizi in ambito lagunare ed in zone disagiate, logisticamente parlando. Le Imprese continuano a lavorare per senso di responsabilità, ma se va avanti così saranno i bilanci a decidere per le Imprese.”

E prosegue, ” Noi auspichiamo la concessione di sgravi sul carburante professionale, così come la possibilità di utilizzare le corsie preferenziali in città e di emergenza in autostrada. Aspetti questi – sottolinea Staino – fondamentali per ridurre il più possibile condizioni che possono facilitare attacchi delittuosi, che mettono a repentaglio, oltre ai beni trasportati, anche la sicurezza degli operatori del trasporto e quella degli ignari cittadini che possono trovarsi nelle vicinanze. L'attuale crisi economica sta provocando una crescita degli attacchi criminali anche per piccoli importi.

Le Imprese del settore hanno fatto forti investimenti in sicurezza, adempiendo così agli adeguamenti richiesti dal DM 269/2010, dotandosi di lamiere, anti-taglio, sistemi tecnologicamente avanzati quali spuma-block, macchia-banconote, allarmi dotati di radio-localizzazione satellitare, pneumatici anti-foratura, e così via. Si tratta di uno sforzo economico notevole per accrescere la qualità e la professionalità, a cui non è corrisposta alcuna azione in favore delle Imprese, e rispetto al quale le banche non sono disposte a riconoscere minimi aumenti tariffari alle Aziende del settore”.

Staino incalza, “Il fatto è che senza interventi concreti si mette a rischio la stessa sopravvivenza del settore, che vale quasi mezzo miliardo l'anno di fatturato e impiega circa 6mila persone operanti su oltre 1.500 furgoni blindati”.

“Non minori i problemi che affligono tabaccherie, farmacie, distributori di carburante e di tutti coloro che, per lavoro, devono servirsi delle casse continue per effettuare versamenti”. E conclude “Per evitare che siano vittima di furti e scippi sarebbe utile mettere in atto un'attività di ritiro incassi, come già accade per la grande distribuzione”.

la Redazione

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.