Home » News » Vigilanza

Assiv: Lettera al Ministro dei beni e delle attività culturali per ottimizzare trasporto, vigilanza e custodia dei beni di valore

Assiv: Lettera al Ministro dei beni e delle attività culturali per ottimizzare trasporto

Il recente parere del Consiglio di Stato n. 14 del 2 gennaio 2018 e la conseguente Circolare del Ministero dell'Interno del 14 febbraio 2018, hanno fatto chiarezza in materia di trasporto di beni di valore.

In particolare il trasporto, oltre che la scorta e la custodia  di beni di valore (nell'ambito dei quali vengono esplicitamente ricompresi gli oggetti preziosi, i quadri e le opere d'arte) deve intendersi riservato esclusivamente agli operatori abilitati ex. art. 134  TULPS.

Considerata la valenza del tema, Assiv si è resa parte attiva per voce del suo Presidente Maria Cristina Urbano, ed ha scritto al MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), nella persona del Ministro On.le  Dario Franceschini, una significativa lettera per “dimostrarsi sin d'ora disponibile a collaborare fattivamente con l'Amministrazione, al fine di individuare ogni possibile strumento volto ad ottimizzare il servizio di trasporto, vigilanza e custodia, anche mediante la definizione di linee guida capaci di supportare l'Amministrazione”.

          di Monica Bertolo

Questi i contenuti integrali della missiva.

OGGETTO: Trasporto di beni di valore

Gentile Ministro,

il recente parere del Consiglio di Stato n. 14 del 2 gennaio 2018 e la conseguente Circolare del Ministero dell'Interno del 14 febbraio 2018, hanno fatto chiarezza in materia di trasporto di beni di valore. In particolare, sulla scorta di quanto espresso dal Consiglio di Stato, il Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha chiarito in maniera definitiva come il trasporto di beni di valore (nell'ambito dei quali vengono esplicitamente ricompresi gli oggetti preziosi, i quadri e le opere d'arte) debba intendersi riservato esclusivamente agli Istituti di Vigilanza Privata riconosciuti ed abilitati ai sensi dell'art. 134 del TULPS, dovendosi tassativamente escludersi da detta attività gli operatori abilitati alla mera attività di trasporto conto terzi.

Rinviando ad un esame degli atti sopra richiamati, la scrivente ritiene tuttavia che l'indicazione tassativa espressa in materia dal Ministero dell'Interno comporterà certamente importanti conseguenze per le attività del Ministero dei Beni Culturali, delle sue articolazioni periferiche e degli Enti e Istituti da questo controllati, in ragione della frequente necessità di provvedere allo spostamento, anche in via temporanea per lo svolgimento di mostre ed eventi culturali, di pregiate opere del patrimonio storico, artistico ed archeologico del nostro Paese.

Per tale ragione l'ASSIV, che rappresenta il comparto della vigilanza privata e dei servizi fiduciari nel sistema confindustriale, si rende sin d'ora disponibile a collaborare fattivamente con l'Amministrazione al fine di individuare ogni possibile strumento volto ad ottimizzare il servizio di trasporto, vigilanza e custodia, anche mediante la definizione di linee guida capaci di supportare l'Amministrazione nella predisposizione di bandi di gara per un efficace ricorso al mercato per l'espletamento di detti servizi.

Nell'auspicio di poterla personalmente incontrare quanto prima, resto a sua completa disposizione.

Distinti saluti.                                              

Il Presidente
Maria Cristina Urbano

Per il parere del Consiglio di Stato, cliccare qui.
Per la circolare Ministeriale, cliccare qui.

Condividi questo articolo su:

Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.