Home » News » Smart Buildings

Bosch acquisisce la statunitense Skyline Automation e punta a divenire fornitore unico di sistemi e servizi connessi per edifici

Bosch acquisisce la statunitense Skyline Automation e punta a divenire fornitore unico di sistemi e servizi connessi per edifici

L’acquisizione di Skyline Automation amplia la competenza tecnica e la presenza sul mercato di Bosch e Stefan Hartung, membro del Board of Management di Bosch e responsabile del settore di business Energy and Building Technology, sottolinea come tale acquisizione rappresenti “un passo strategico verso l’obiettivo di divenire fornitore unico di sistemi e servizi connessi per gli edifici”. Non solo, perché il colosso punta anche a nuovi modelli di business e servizi per maggior comfort, sicurezza ed efficienza energetica.

Vediamo quindi la strategia e gli sviluppi a breve/medio termine.

Bosch sta rafforzando la sua presenza internazionale con servizi integrati per edifici commerciali, un’area di crescita strategica per il settore di business Energy and Building Technology. Ha acquisito Skyline Automation, specializzata nell’integrazione di automazione e sistemi per gli edifici.Con sede a Clifton, New Jersey, Skyline Automation ha un organico di 40 dipendenti e nel 2015 ha realizzato un fatturato di 12 milioni di dollari.
L’automazione degli edifici può ridurre il consumo energetico fino al 40%.
“Con l’acquisizione di Skyline, rafforziamo dal punto di vista tecnico le nostre attività nel campo dell’energia e delle tecnologie costruttive ed espandiamo la nostra presenza nel mercato nordamericano in crescita” dichiara Hartung, che prosegue “dopo l’acquisizione di Climatec, questo è il prossimo passo strategico verso il nostro obiettivo di divenire fornitore unico di sistemi e servizi connessi per edifici”.

La connettività consente nuovi modelli di business e servizi

Le soluzioni connesse consentono a Bosch di sfruttare le sue competenze nel campo dell’energia e delle tecnologie costruttive, in particolare per quanto riguarda i servizi. Secondo le stime degli esperti, entro il 2021 il mercato globale delle tecnologie costruttive intelligenti passerà dall’attuale livello di circa 6 miliardi di dollari a circa 25 miliardi di dollari, equivalenti a una crescita media globale del 34%. “I servizi stanno diventando una parte integrante del nostro business. Ogni vendita di hardware sarà seguita dalla vendita di servizi complementari”  dichiara Hartung. Quando si tratta di sviluppare e introdurre servizi per il mondo connesso, l’ampio portafoglio di soluzioni Bosch offre un enorme vantaggio, esattamente come la sua competenza nel software e nei sensori. “Stiamo connettendo le auto con abitazioni fino ad intere città, nessun’altra azienda può vantare l’esperienza tecnica di Bosch in una così vasta gamma di dispositivi”.

Il settore di business Energy and Building Technology, che include le divisioni Termotecnica, Security Systems e Service Solutions nonché le consociate Smart Home ed Energy Storage Solutions, nel 2015 ha realizzato un fatturato di 5,1 miliardi di euro.

Service Solutions: crescita annua del fatturato del 15%

La nuova divisione Service Solutions, creata all’inizio del 2016, sta mostrando una solida crescita, pari al 15% annuale. I circa 7.600 collaboratori forniscono servizi di comunicazione, monitoraggio remoto di edifici e impianti industriali, e assicurano una maggior sicurezza di cargo e veicoli lungo l’intera catena logistica. Secure Truck Parking, per esempio, consente di riservare online parcheggi sicuri per i camion nelle aree di sosta prima di mettersi in viaggio. Per conto di case automobilistiche, Service Solutions fornisce il servizio di chiamata d’emergenza automatica eCall e un servizio concierge. Nel 2015, Bosch Service Solutions ha gestito più di 120 milioni di contatti di clienti, 30 milioni in più rispetto al 2013, in 14 paesi per conto di oltre 1.000 aziende.

smart_home

Smart home: potenziale globale di 10 miliardi di euro

Anche nelle case intelligenti, l’aumento della connettività faciliterà la vita delle persone evitando noiosi compiti di routine. Secondo gli esperti, il potenziale del mercato globale delle case intelligenti raggiungerà il valore di 10 miliardi di euro a partire dal 2017. Entro il 2020, circa 230 milioni di abitazioni, pari al 15% di tutte quelle del mondo, saranno dotate di soluzioni smart-home. Bosch Smart Home GmbH è la società, costituita a inizio anno, che raggruppa tutte queste attività. L’azienda, con il suo sistema Bosch Smart Home, offre una soluzione semplice e sicura per le abitazioni connesse. All’IFA 2016, Bosch ha presentato nuovi prodotti, fra cui una piccola telecamera per interni con vista a 360° e un allarme antincendio intelligente che scatta anche in caso di tentativo di furto e misura la qualità dell’aria.

Il mercato della tecnologia video intelligente in crescita: non solo registrazione di immagini

Le telecamere moderne non registrano solo immagini, ma anche velocità, direzioni, colori e molto altro. Per esempio, gli addetti al servizio di sicurezza che devono passare ore a tenere sotto controllo diversi monitor di sorveglianza possono facilmente lasciarsi sfuggire informazioni importanti. In questo caso, può risultare utile l’aiuto delle telecamere che avvertono autonomamente la guardia se qualcuno sta tentando di compiere azioni pericolose.

Tutto questo è possibile grazie alla videoanalisi intelligente, tecnologia standard per le telecamere Bosch, che permette di riconoscere i ladri, i bagagli non sorvegliati, contare le persone e attivare l’allarme in caso di incendio. Gli algoritmi intelligenti alla base di questa tecnologia in passato erano disponibili solo nelle telecamere top di gamma, installate in aree sensibili come aeroporti ed edifici governativi. Quest’anno Bosch sta realizzando un pacchetto completo di funzioni di analisi, denominato “Essential Video Analytics“, anche per il segmento di fascia media dei prezzi, rendendo così la soluzione interessante per nuovi gruppi target come hotel e retailer. Il sistema consente la rapida e facile analisi di notevoli quantità di dati video per ottenere informazioni importanti. Poiché solo le immagini rilevanti vengono trasferite, i requisiti di memoria e il carico della rete sono notevolmente inferiori, così come i costi operativi.

la Redazione

videoanalisi_intelligente

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.