Home » News » Attualità

Cogen 4.0: una crescita annunciata

Cogen 4.0: una crescita annunciata

Cogen S.p.A. è una società che da più di 30 anni rappresenta un primario System Integrator nel mercato della sicurezza fisica per le aziende di ogni dimensione. S News incontra Gabriella Stracuzzi, Sales & Marketing Manager.

Signora Stracuzzi, quale il suo obiettivo in Cogen?
Il modo migliore per rispondere alla sua domanda è riferirmi alla responsabilità di essere a capo di una squadra dalle competenze trasversali, che prende il nome di Growth Team. La crescita è l’obiettivo primario che mi è stato assegnato, sia per la ricerca di nuovi progetti sulla customer base, sia per lo sviluppo di new business con nuovi clienti, sensibili a quelli che noi definiamo i 7 punti principali dei bisogni della nostra clientela potenziale. Comunque il motto del team è: vietato vivacchiare su rendite passive.

E i risultati?
Beh, in 3 anni i ricavi sono cresciuti del 50%, molto più del tasso di crescita medio del mercato.

Quali i punti di forza di una crescita così importante?
Negli ultimi anni sono stati investiti 5.000.000 di Euro in R&S per creare la piattaforma software Openware e per creare know how integrato multi-applicativo e sistemistico oltre che capacità di delivery End-to-End per garantire la soddisfazione dei bisogni del cliente sotto ogni aspetto.

Quale quindi la peculiarità del vostro posizionamento?
Da qualche tempo il nostro ruolo sul mercato si sta trasformando, anticipando le richieste di quella che potremmo definire Security 4.0, legata alla trasformazione digitale, che non è più fatta di aspettative ma di realtà quotidiane. Apertura e interoperabilità sono valori ormai irrinunciabili e generatori di vantaggi per gli utenti, fino a ieri impensabili.

Prima citava i 7 punti principali dei bisogni della vostra clientela. Quali sono?
Primo, tanta sicurezza ma non basta.
Il mercato a cui ci rivolgiamo comprende tutte quelle aziende ed enti che hanno una particolare sensibilità riguardo alla sicurezza dei beni materiali, immateriali, delle persone che fanno parte dell’azienda e di quelle che la frequentano, degli aspetti legislativi, dell’immagine e della credibilità interna ed esterna. In senso allargato, ci rivolgiamo a tutti coloro che ritengono che la continuità del business per la quale investono sul sistema di sicurezza debba essere la naturale conseguenza della protezione delle persone, degli assets e dell’immagine aziendale.
Non basta: il secondo punto è che vogliono solo Soluzioni 4.0
La richiesta più naturale è quella di prodotti e soluzioni che rendano la sicurezza efficace, ma anche meno costosa e quindi più efficiente. Le aziende che si rivolgono a noi chiedono che i prodotti e le soluzioni siano perfettamente adatti e sincroni con la trasformazione digitale che è oggetto di grandissimi investimenti da parte di ogni azienda al mondo.

Quali i vantaggi che si aspettano da soluzioni totalmente 4.0?
La Libertà di scelta presente e futura, senza vincoli di brand. E qui abbiamo il terzo punto. In particolare, i clienti ci chiedono un ecosistema totalmente aperto e non monopolistico per consentire loro di ottenere il principale vantaggio della digitalizzazione e della apertura, ovvero la Completa Interoperabilità tra applicazioni e dispositivi eterogenei, che si modificano nel tempo.
E la completa interoperabilità è il quarto punto del nostro successo.
Una Totale interoperabilità garantita da Openware, grazie all’utilizzo di un ecosistema di applicazioni e dispositivi multibrand, selezionato anche per la disponibilità di interfacce di integrazione particolarmente ricche di funzionalità e performanti.

Quali altre peculiarità ritenete importanti?
Sicuramente il Controllo Accessi Multi-tecnologia IoT, che rappresenta il quinto dei 7 punti, ed è spesso tra i più importanti.
Per i concorrenti di Openware, l’integrazione dei sistemi di sicurezza vuol dire quasi esclusivamente integrazione di centrali anti intrusione e di sistemi di videosorveglianza, a volte con l’aggiunta di centrali di rivelazione incendio. Raramente il sistema di controllo accessi viene integrato e generalmente solo per la ricezione di allarmi, in caso di effrazioni o tentativi di accesso non autorizzati.
Al contrario, Openware mette a disposizione funzionalità per la gestione di un sistema di controllo degli accessi, per consentirne la gestione completa attraverso l’unificazione di diversi sistemi preesistenti, anche di produttori diversi sia di applicazioni che di dispositivi e tecnologie differenti.
Tutto ciò, perché riteniamo che il controllo accessi rappresenti una parte fondamentale del mondo della sicurezza fisica attiva per ottenere il completo monitoraggio, tracciamento e verifica delle situazioni, e permettere la più completa descrizione dell’incidente, sia per valutare la miglior contromisura, che per la creazione automatica di dossier per successive analisi.
Poi, il sesto punto: una nativa Capacità di Adattamento.
Openware è stato sviluppato con tecnologia a microservizi, che consente grandi vantaggi in termini di facilità e velocità di adattamento, progettazione e rilascio in modalità Agile.

Manca solo il settimo. Qual è?
Responsabilità Chiare
.

Come azienda, siamo in grado di operare in modalità End to End: tutto il campo e le applicazioni sottostanti sono progettate, installate, assistite e configurate in modo tale che tutti i vantaggi relativi all’interoperabilità siano assicurati e garantiti con chiara e univoca responsabilità.

a cura di Monica Bertolo

Cogen_Openware

Lo stand Cogen a Fiera Sicurezza 2019

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.