Home » News » Vigilanza

FASIV: sospese prestazioni Covid-19 al 31/12/2021. Confermate dirette e indirette 2022

Fasiv evidenzia che le prestazioni erogate direttamente e le prestazioni erogate per il tramite della convenzione con Unisalute sono confermate per tutto l’anno in corso,  ad eccezione delle prestazioni COVID-19 che sono state sospese al 31/12/2021.

Restano invariate le modalità di prenotazione delle prestazioni in convenzione con Unisalute che potrà avvenire accedendo al sito www.unisalute.it/Area Riservata, utilizzando la App UniSalute o contattando il numero verde 800 885 785.

DOCUMENTAZIONE E MODALITÀ PER ACCEDERE AI RIMBORSI

Prestazioni in convenzione con Unisalute

In caso di prestazioni presso le strutture convenzionate, il Fondo Fasiv attraverso Unisalute paga direttamente alle strutture sanitarie le prestazioni autorizzate. All’atto della prestazione vanno presentati alla struttura sanitaria documento di identità e prescrizione del medico curante e vanno firmate le ricevute a titolo di attestazione dei servizi ricevuti.

In caso invece di prestazioni presso strutture non convenzionate, va inviata al Fondo Fasiv c/o Unisalute SpA-Spese Sanitarie Clienti c/o CMP BO-Via Zanardi, 30 – 40131 Bologna, la documentazione necessaria: modulo di denuncia del sinistro (scaricabile dal sito del Fasiv), copia della cartella clinica in caso di ricovero, copia della prescrizione medica in caso di prestazioni extra ricovero, documentazione di spesa (fatture e ricevute) debitamente quietanzate.

Prestazioni erogate direttamente dal Fasiv

In caso di ticket sanitari nel servizio sanitario nazionale, i documenti necessari per ottenere il rimborso sono le copie delle fatture e/o delle ricevute fiscali.
In caso di prestazioni relative al pacchetto maternità, i documenti necessari sono: certificato di nascita, stato di famiglia, tessera sanitaria gestante, fatture quietanziate inerenti alle visite mediche prenatali sostenute.

Infine, nel caso di prestazioni legate a gravi interventi nei figli nei primi 5 anni di vita, i documenti da presentare sono: certificato di nascita, stato di famiglia, certificato di residenza, spese quietanzate inerenti l’albergo o la logistica sostenute per stare vicino al figlio. 

La richiesta di rimborso delle prestazioni al Fasiv può essere richiesta attraverso il sito del Fasiv www.fasiv.it/ Area rimborsi/ Quadrante Iscritti, oppure attraverso l’invio cartaceo della documentazione all’Ufficio Rimborsi-Fasiv-Via Piemonte, 32 – 00187 Roma.

Per la Mini Guida alle Prestazioni di Assistenza Integrativa, cliccare qui.

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.