Home » News » Soluzioni

Hikvision Italy: il futuro è K!

Hikvision Italy approfondisce un tema tecnico: la microonda in Banda K.  “Grazie alle sue caratteristiche speciali – sottolineano dagli headquarters di Vittorio Veneto – la microonda in Banda K trasforma l’installazione del rilevatore in un’operazione semplice e veloce senza rinunciare all’affidabilità nella rilevazione delle intrusioni, incrementandone anzi le performances e riducendo drasticamente l’insorgere di allarmi impropri”.

LE CARATTERISTICHE E I VANTAGGI DELLA MICROONDA IN BANDA K SECONDO HIKVISION

Peculiarità madre di tutti questi vantaggi è la forma tipica della copertura generata dalle microonde in Banda K che, contrariamente alla copertura della Banda S e della Banda X, azzera gli interventi di regolazione della portata.

Il sistema di taratura permette un utilizzo standard per le più comuni situazioni installative e la compensazione automatica della temperatura velocizza ulteriormente l’installazione del rilevatore.

Perfetta coincidenza tra PIR e Banda K

“Possiamo affermare – specificano da Hikvision Italy  – che l’affidabilità dei sensori a doppia tecnologia è direttamente proporzionale alla perfetta coincidenza tra la copertura del PIR e la copertura della microonda.

Mentre le microonde in Banda S e in Banda X generano una copertura sensibilmente più lunga e a forma di sigaro, la copertura della microonda in Banda K possiede una forma tondeggiante che meglio si adatta alla copertura del PIR e alle necessità di rilevazione. Gli interventi di regolazione della portata si riducono quindi al minimo velocizzando e semplificando notevolmente il processo di installazione”.

Schermatura del segnale contro allarmi impropri

“I disagi di una rilevazione oltre i muri e i vetri sono, ovviamente, gli allarmi impropri generati da movimenti esterni all’area da proteggere.

Mentre con la Banda S e la Banda X il muro ha una capacità di riduzione del segnale rispettivamente del 70% e 80%, con la Banda K ben il 96% del segnale viene schermato. Questo significa che solo il 4% del segnale della Banda K può penetrare il muro. Questa bassa percentuale di penetrazione, unita alla perfetta coincidenza con il PIR, azzera le rilevazioni improprie e gli interventi di regolazione”, evidenziano.

In conclusione

“Al variare delle caratteristiche del luogo da proteggere, la velocità di installazione non cambia. La compensazione automatica della temperatura, l’auto regolazione delle soglie di sensibilità del PIR e la bassa permeabilità della microonda garantiscono un’installazione rapida nelle situazioni più comuni”, concludono da Hikvision Italy.

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.