Home » News » Attualità

Il Security Manager e la Garanzia Preventiva

Il Security Manager e la Garanzia Preventiva

In occasione di una sessione di lavori della Scuola “Etica e Sicurezza” presso il Laboratorio Nazionale del Gran Sasso, si è tenuto un approfondimento sulla professionalità dei Security Managers, dal titolo “tendenze e spinte normative”.
Tra i relatori Rosa Anna Favorito,  Direttore del CEPAS, alla quale S News ha rivolto un'intervista su un tema molto attuale.

Signora Favorito, Security Manager, Security Expert e Provisional, perché queste tre diverse figure?
Abbiamo ritenuto che questa diversificazione professionale fosse assolutamente esplicativa e disegnasse quello che  è il quadro delle organizzazioni aziendali che oggi troviamo operative sul mercato.
La professionalità è un continuo e dinamico movimento e, come tale, deve seguire il passo dei tempi, quindi noi che siamo esperti nella certificazione professionale, siamo anche dei partners nel seguire quest’evoluzione. Per questo la differenziazione attraverso i termini, ma soprattutto dentro ai contenuti delle esperienze del vissuto professionale, riteniamo che siano un giusto completamento a quello che di fatto i professionisti occupano come ruolo, nel campo della security aziendale.
Quindi abbiamo differenziato per valorizzare i profili professionali che oggi sono operativi nelle aziende.

Per quanto riguarda, invece, il concetto specifico della certificazione che diventa “garanzia preventiva di competenza” che cosa ci può dire?
La “garanzia preventiva”, in questo caso, significa, in maniera molto concreta, che un professionista è certificato, secondo delle regole predeterminate, riconosciute dalle parti interessate del mercato, e che le competenze richieste sono già in suo possesso. Tutto questo rappresenta un concetto estremamente innovativo, poichè non si è più come in una scatola chiusa, per cui non si sa quello che si compra. Al contrario, grazie alla certificazione, si “comprano” dei servizi da professionisti  che garantiscono continuità all’esercizio professionale, rispetto di un codice etico sulla professione e, soprattutto, aggiornamento professionale: questi sono i tre capisaldi che contraddistinguono la Garanzia Preventiva di Competenza di un professionista certificato.


a cura di Alessandra C. Emanueli

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.