Home » News » Attualità

La Security nell’organizzazione di impresa

“Chi ben comincia, è alla metà dell’opera”, recita un adagio tradotto, quasi letteralmente, dalle Epistole di Orazio.

Alla domanda che spesso si pone l’Azienda o, meglio, chi la rappresenta: “Security, da dove si inizia e perché?”, la risposta più naturale è: “Dalla parte giusta, perché è opportuno farlo”.

In generale il nodo più grosso da sciogliere in una azienda è sempre quello organizzativo. L’organizzazione aziendale – come noto – è la struttura interna dell’impresa, funzionalmente orientata al perseguimento dei propri obiettivi. Descrive, dunque, l’assetto di un’azienda in riferimento alla propria mission, pianificazione e priorità. È l’insieme delle varie componenti di un’azienda e delle relazioni di funzionamento che consentono il regolare svolgimento della sua attività economica. Si estrinseca sotto la forma di strutture (articolazione, ruoli e responsabilità), regole e procedure.

La presenza della Security in azienda, innanzitutto, deve essere percepita, al pari di altre funzioni, come elemento essenziale o complementare da chi fa impresa. Questi vorrà comprendere bene i vantaggi economici che ne derivano dal dotarsi di una struttura o anche solo di un semplice presidio, secondo il classico schema analisi costi-benefici.

Se il Decisore possiede tale sensibilità alla tematica della Security saremo evidentemente facilitati nel nostro compito di persuasori, altrimenti occorreranno solide argomentazioni… economiche.

Disegnare ex novo o modificare l’organizzazione aziendale in funzione del Business (elemento imprescindibile) conformemente alla normativa di riferimento, si rivela spesso sforzo titanico cui talvolta si rinuncia per difficoltà e resistenze incontrate a tutti i livelli. Qualsiasi tipo di progetto, proposta o soluzione trasformativa dovrà evidenziare accuratamente il ROI (Return on Investment), pena il naufragare dell’iniziativa medesima.

Fondamentale nell’interlocuzione in azienda è la rappresentazione del quadro delle minacce capaci di colpire il patrimonio aziendale (assets materiali e immateriali), processi produttivi e capitale umano. Il contrasto alle minacce si potrà attuare solo attraverso l’adozione di controlli e idonee contromisure (di natura fisica o logica) tesi a prevenire la loro concretizzazione (dominio della prevenzione) ovvero a gestirle (dominio dell’emergenza). Da prediligere, sempre e laddove possibile, la componente tecnologica a quella umana, fallace, imprevedibile e inaffidabile per natura o inclinazione.

Argomento principe su cui far leva richiamando l’attenzione del Decisore: la responsabilità giuridica in capo all’Azienda e al suo Management di proteggere le proprie persone e il proprio patrimonio. Tale obbligo comporta la necessità di dotarsi di un “corpus normativo interno” (linee guida, procedure, piani e istruzioni operative, ecc.) e di processi utili a prevenire e gestire eventuali situazioni critiche o emergenziali.

Fortunatamente standards (nazionali e internazionali) e best practices (oggi si preferisce chiamarle good practices), oltreché abilità e competenze del professionista della Security, corrono in soccorso agevolando notevolmente la strutturazione delle attività da porre in essere per garantire più elevati livelli di copertura ed efficiente risposta agli eventi.

Il fine ultimo consiste nell’adeguare, nel rispetto dei razionali, il modello di Security alle disposizioni normative attraverso la realizzazione di un sistema organizzativo integrato (dall’efficacia esimente, possibilmente) e l’adozione di misure di sicurezza capaci di soddisfare il “dovere di protezione”.

Che si inizi, quindi!


CRISTHIAN RE Ufficiale in congedo dei carabinieri, Senior Security Manager UNI 10459, CBCI, PFSO, Lead Auditor 27001, 22301, 9001, 37001, 20000-1, membro del Comitato Scientifico di S News, dal 2015 curatore della rubrica Il Dazebao della Security, autore de “La misura della sicurezza” e “Propedeutica all’analisi del rischio”, ha maturato la sua esperienza nel settore dell’aerospazio, difesa, energia, multiutility e siderurgico.

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.