Domotica & Oltre // Scenari

Building Digitale in uno scenario IoT. Il Libro Bianco ANIE

Condividi

Building Digitale in uno scenario IoT, Sfide ed Opportunità, ovvero, come le tecnologie digitali contribuiranno ad ammodernare e a valorizzare gli edifici pubblici e privati: questo il senso del “Libro Bianco sul Building Digitale in uno scenario IOT”, il volume che ANIE ha presentato il 9 luglio nel corso di un webinar aperto ad istituzioni, esperti del settore e ai media.

“La pubblicazione – sottolineano da ANIE -, primo risultato del lavoro del Gruppo ANIE Digitale Building, approfondisce le potenzialità collegate ad un processo di ammodernamento degli edifici in chiave digitale, le opportunità in termini di servizi e applicazioni offerte da una sempre più capillare diffusione delle tecnologie interconnesse in logica IoT, gli ostacoli da superare, le prospettive di crescita del mercato dell’edilizia.
La logica IoT rappresenta il filo conduttore del Libro Bianco. Particolare evidenza viene data alla casa intelligente, una Smart Home dove sono collegati tra di loro i diversi servizi che normalmente fanno parte della infrastruttura tecnologica dell’edificio per poterne ottimizzare le prestazioni e la gestione, per migliorare il comfort abitativo e la gestione
energetica nell’ottica del risparmio e per incrementare la sicurezza delle cose e delle persone.
Se l’attenzione ai benefici della digitalizzazione e l’accesso a tecnologie smart sono evidentemente in aumento presso l’utenza, non altrettanto reattivo risulta l’intero sistema delle costruzioni che appare lungi dall’essere adeguato. Infatti, molti studi convergono nel sottolineare l’enorme potenziale di crescita economica, laddove gli edifici fossero effettivamente protagonisti del processo di transizione digitale in atto”.

Boston Consulting Group stimava nel 2018 che l’impiego di nuove applicazioni software e piattaforme digitali potesse portare ad una riduzione del costo totale dell’intero ciclo di vita di un progetto edile di quasi il 20%. Per il settore non residenziale,  l’analisi stimava che i risparmi potessero variare dal 13 al 21% nelle fasi di progettazione e costruzione, e dal 10 al 17% nella fase della gestione del patrimonio.

“Siamo convinti che qualunque strategia a favore dell’edilizia, per essere oggi efficace, debba tenere in considerazione la fondamentale importanza delle tecnologie che permettano da un lato il massimo risparmio energetico, dall’altro nuove opportunità di servizi alle persone,” commenta Filippo Girardi, Vice Presidente di Federazione ANIE.”

All’evento sono intervenuti: Roberto Siagri – Coordinatore GdL ANIE Digitale Building;  Daniel De Vito – Capo Segreteria Tecnica del Ministro dello Sviluppo Economico;  Sen. Gianni Girotto –  Presidente X Commissione Industria del Senato della Repubblica;  Andrea Bianchi –  Direttore Politiche Industriali di Confindustria; Luciano Pini –  Presidente ANIE Componenti Elettronici; Giulio Iucci –  Presidente ANIE Sicurezza.

la Redazione

10.07.2020


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

Asis Italy: Brand Protection & Security e Women in Security

ASIS Italy ha tenuto mercoledì 23 settembre il suo primo meeting post...

Ajax: MultiTransmitter modulo per collegare allarmi cablati al sistema Ajax

Ajax Systems, sviluppatore europeo di sistemi di sicurezza wireless professionali, lancia...

CAME: sensore a sfioramento per aprire e chiudere porte senza contatto

CAME, azienda leader nel settore dell’automazione, presenta il sensore a sfioramento che...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.