Sicurezza IT // Scenari

60% dipendenti italiani non installa aggiornamenti IT

Condividi

I dipartimenti IT delle aziende italiane permettono a quasi due terzi (60%) dei dipendenti di non installare gli aggiornamenti su softwares o sistemi operativi. Questo il quadro che emerge da uno studio di Kaspersky che indaga sulle abitudini degli utenti riguardo all'aggiornamento dei dispositivi aziendali. Il 18% dei dipendenti italiani, inoltre, ammette di aver discusso con il dipartimento IT sull'importanza o la frequenza degli aggiornamenti sui dispositivi aziendali.
A questo proposito, Kaspersky dà alcuni consigli su come incoraggiare i dipendenti a installare gli aggiornamenti necessari.

“Gli aggiornamenti – sottolineano da Kaspersky – non si limitano solo a fornire nuove funzionalità e correggere bug, ma eliminano anche le vulnerabilità relative alla sicurezza. Si tratta di vulnerabilità che i criminali informatici sfruttano finché gli utenti non installano gli aggiornamenti. Ecco perché la gestione delle patch è essenziale per la sicurezza aziendale. Tuttavia, alcuni dipendenti sono riluttanti ad aggiornare i dispositivi aziendali e lasciano che all’interno della rete aziendale ci siano computer, laptop e smartphone vulnerabili”.

I DATI E L’ANALISI DI KASPERSKY
Le discussioni sugli aggiornamenti si concludono sempre a favore dei dipendenti. Secondo quanto emerso durante la ricerca di Kaspersky, il 60% dei dipendenti italiani riesce a convincere il dipartimento IT a non fare gli aggiornamenti mentre il 67% può addirittura decidere quali fare.

I dipendenti richiedono queste opzioni perché temono che il tempo speso per aggiornare i dispositivi possa influire sulla loro produttività. Più della metà degli intervistati viene effettivamente interrotto durante il lavoro dagli aggiornamenti: il 42% si prende una pausa da quello che stava facendo mentre il 7% aspetta pazientemente che finiscano. Le difficoltà non terminano nella fase di installazione, infatti, il 29% dei dipendenti concorda sul fatto che imparare a utilizzare nuove versioni di software sia una perdita di tempo che potrebbe essere speso per lavorare.

Kaspersky_aggiornamenti

Cosa fanno gli italiani durante l’installazione degli aggiornamenti? Fonte: Kaspersky

Nel complesso, il 41% degli intervistati ha dichiarato che aggiornare i dispositivi aziendali lo preoccupa meno rispetto a quando l’aggiornamento deve essere fatto su quelli personali. Questo indica che mantenere aggiornati i dispositivi di lavoro è una preoccupazione marginale.

"Raccomandiamo ai dipendenti – evidenzia Elena Molchanova, Head of Business Devel-opment, Kaspersky Security Awareness Trainings – di aggiornare regolarmente i loro dispositivi per rimanere protetti. Ogni aggiornamento richiede solo pochi minuti. Questo breve tempo di inattività può essere utilizzato per ricaricare il corpo e la mente senza alcuna conseguenza negativa per i processi aziendali".

I CONSIGLI DI KASPERSKY
Per aiutare il personale IT a incoraggiare i dipendenti a installare regolarmente gli aggiornamenti, Kaspersky raccomanda di:

• Fornire istruzioni o video lezioni su come usare il software aggiornato, oltre ai contatti delle persone a cui i dipendenti possono rivolgersi in caso di problemi.
• Informare i dipendenti dell'importanza di aggiornare tempestivamente i dispositivi e dei rischi a cui sono esposti i loro dati e le risorse aziendali nel caso in cui i criminali informatici riescano a sfruttare vulnerabilità senza patch
• Avvisare i dipendenti che i dispositivi installano gli aggiornamenti rimandati a lungo in modo automatico e riavviandosi nel bel mezzo di attività urgenti
• Implementare un corso di security awareness su questo argomento.
• I sistemi IT critici o di tecnologia operativa devono sempre essere protetti, indipendentemente dagli aggiornamenti, ed eseguire solo attività pre-autorizzate.

Metodologia
La ricerca online sulle abitudini degli utenti in merito all’aggiornamento dei dispositivi è stata commissionata da Kaspersky e condotta ad aprile 2021 dalla società di ricerca indipendente Savanta su un campione totale di 15.000 persone. Sono state intervistate 1.000 persone per ciascun dei seguenti Paesi: UK, Francia, Germania e Italia e 500 persone per USA, Olanda, Austria, Portogallo, Romania, Emirati Arabi Uniti, Turchia, Sud Africa, Cina, India, Australia, Brasile, Messico, Argentina, Colombia, Cile, Perù e Russia. Durante il periodo della ricerca tutti gli intervistati hanno utilizzato un PC, uno smartphone e/o un tablet nella loro vita personale o lavorativa e il 76% aveva un impiego.

la Redazione

15.06.2021


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

Star System: alleati degli Installatori!

Star System è una realtà sempre in grande evoluzione e...

EN54 Voice Emergency: PASO and its safety route across Italy

Safety first: an important role is played by this motto in the PASO R&D department. The...

ELAN a Sicurezza 2021: novità e programmi

ELAN è stata tra le protagoniste a Sicurezza 2021. Cristiano Montesi,...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.