Tecnologie e Servizi // Case Study

Tarcoss: Perimetrale Accur8vision presso Data Centre per alta sicurezza

Condividi

Tarcoss, realtà specializzata in alta sicurezza, con attenzione specifica alla sicurezza perimetrale, presenta un interessante Case Study, che vede al centro della soluzione Accur8vision, sistema di sicurezza per la rilevazione volumetrica e perimetrale, utilizzato principalmente per siti industriali ad alto rischio, ma che può essere impiegato anche nel settore residenziale.
Con l'uso della tecnologia LIDAR (Laser Imaging Detection and Ranging) ed una mappa 3D, grazie ad Accur8vision è possibile proteggere un edificio o una struttura importante e tutto ciò che lo circonda. Tarcoss ha stipulato un contratto di Distribuzione per l’Italia del Sistema Perimetrale Espanso Accur8vision.

LA REALIZZAZIONE DELLA SOLUZIONE CON ACCUR8VISION ED I BENEFICI
Lo scorso anno l’azienda è stata contattata in merito al posizionamento di Accur8vision presso un Data Centre. Questo Data Centre è molto importante e doveva essere protetto con un sistema ad altissima sicurezza.

La prima fase dell’installazione del sistema Accur8vision  ha previsto, come di prassi, l’esecuzione di una grande quantità di fotografie dell’area da proteggere, generalmente realizzate tramite l’utilizzo di un drone, per generare una mappa 3D. La mappa 3D rappresenta un passaggio determinante in quanto, oltre ad essere la base su cui lavora il software, può essere utilizzata come strumento di pianificazione durante il processo d’installazione.

Il passo successivo è stata la definizione dell’esatta quantità di lidars di cui ci sarebbe stato bisogno. Completata la mappa 3D del Data Centre, tutto ciò che si doveva fare era collocare i diversi lidars nella mappa, per trovare il posizionamento migliore.

Con Accur8vision non è consigliabile posizionare il lidars sulla recinzione, in quanto in tal caso l’area di rilevazione potrà coprire solo un'area all'interno della recinzione ed una piccola area all'esterno della stessa.

Non essendo interessante in questo caso l'area esterna alla recinzione, è consigliabile posizionare i lidars intorno, vicino o sopra l'edificio o la struttura da proteggere. In questo modo è possibile  proteggere sia l'edificio o la struttura, sia l'area circostante e l'area fino alla recinzione.

Per coprire un'area di 7.100 metri quadrati, è stato deciso l’utilizzo di  4 lidars di Velodyne Puck e 4 telecamere brandeggiate. I lidars sono costituiti da 16 raggi laser, con una portata di 100 metri ed un raggio di copertura di 200 m.

Quando si verifica un evento di allarme con Accur8vision,  è possibile rilevare : la traiettoria, la velocità e il movimento dell'intruso. Viene inoltre evidenziato il numero di intrusi che si trovano nella zona di sicurezza e per quanto tempo è stato attivato l'allarme.

In questa specifica  installazione il cliente chiedeva di aggiungere ulteriori livelli di minaccia nel sistema. A seguito di tale richiesta è stato deciso di seguire le seguenti linee guida per identificare i vari livelli di minaccia:

• Basso: il sistema è acceso
• Sotto controllo: la zona di allarme è attivata
• Elevato: da 1 a 2 intrusi si trovano nella zona di allarme
• Grave: quando ci sono 3 o più intrusi

Oltre alla definizione dei livelli di minaccia, il sistema Accur8vision può attivare, in modo autonomo, delle procedure in base ai vari livelli di minaccia.

Ad esempio quando il livello diventa “grave” ( 3 o più intrusi) il sistema può attivare la chiusura di un’area, il blocco di porte/cancelli o inviare chiamata di allarme alle forze dell’ordine.
Dipende totalmente dalle procedure definite dal cliente come il sistema deve reagire, una volta attivato un certo livello di minaccia. Questo è stato un ulteriore vantaggio per il sistema, poiché la maggior parte delle installazioni di Accur8vision hanno un operatore e talvolta una guardia. L'uso dei livelli di minaccia aiuta anche a salvaguardare non solo l'edificio e l'ambiente circostante, ma anche l'operatore e la guardia.

Un altro elemento che è stato aggiunto a questo progetto è stato lo “Spotter A8V”. Usando delle telecamere con AI (Artificial Intelligence) il software Accur8vision crea sull’immagine con l'intruso in vista, il numero di intrusi che la telecamera vede. Questo è un modo infallibile per aiutare a garantire che il numero degli intrusi all'interno di una zona di sicurezza sia preciso al 100%.

Il sistema è in funzione da oltre un anno, con piena soddisfazione del cliente.

la Redazione

TARCOSS_data center

03.09.2020


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

Sunell: telecamera termica bi-spectrum rilevazione incendi e analisivideo

Sunell Italia, dopo la gamma di telecamere termiche ad altissima qualità delle serie...

KTS: Cavi Antincendio ed Evac per resistenza al fuoco CEI 20-105 V2

KTS presenta i cavi antincendio ed Evac, progettati e costruiti per garantire la resistenza...

FUJIFILM SX800: la rivoluzione nella videosorveglianza

FUJIFILM, come sottolineano dagli headquarters milanesi di Fujifilm Italia, con SX800 “ha...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.