Home » News » Vigilanza

Rinnovata la Commissione Consultiva Centrale

Rinnovata la Commissione Consultiva Centrale

Il Ministro Alfano ha firmato il decreto per il rinnovo della commissione consultiva centrale per le attività di cui all’art. 134 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza ex art. 260-quater del regolamento d’esecuzione del TULPS.

Come informa anche l'Osservatorio della Sicurezza Sussidiaria e Complementare di ASSIV, compito della commissione è quello di esprimere parere obbligatorio sugli schemi di decreto ministeriale previsti dal titolo IV del regolamento di esecuzione del TULPS e può altresì essere consultata su tutte le attività di cui agli articoli 133 e 134 del TULPS.

Come Presidente della Commissione è stato designato il Prefetto di Teramo, Valter Crudo. Il rappresentante delle questure è la dott.ssa Maria Rosaria Majorino, Questore di Palermo. Di tale organismo fanno parte anche i rappresentanti delle associazioni datoriali della vigilanza privata, comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, nel limite di quattro.

E precisamente:
in rappresentanza delle associazioni degli imprenditori della vigilanza privata:
ASSIV-Confidustria, dr. Matteo Balestrero e dr. Gianluca Neri
Federsicurezza-Confcommercio, avv. Piergiulio Petrone e dr. Marco Stratta
Alleanza delle cooperative italiane-Legacoop, Confcooperative, AGCI, dr. Daniele Conti e dr. Antonio Amato
Confesercenti / Assovalori, dr. Pasquale Busà e dr. Paolo Spollon

E in rappresentanza, invece, delle organizzazioni sindacali delle guardie particolari giurate:
Filcams CGIL, Sig.ra Sabina Bigazzi e Sig. Paolo Montalti
Fisascat CISL, Sig. Vincenzo dell'Orefice e Sig. Elio Maria Landolfi
UILUILTUCS, Sig. Parmenio Stroppa e Sig. Paolo Andreani
UGL, Sig. Enrico Doddi e Sig. Giovan Giuseppe Festa

La prossima seduta della commissione è prevista per il 29 maggio prossimo e si occuperà dell’approvazione della bozza di decreto emendativo delle disposizioni del D.M. 1 dicembre 2010, n. 269 e della pianificazione dei lavori della Commissione per la predisposizione del decreto in materia di formazione professionale delle guardie giurate, previsto dall’art. 138 del TULPS.

Il decreto emendativo delle disposizioni del D.M. 1 dicembre 2010, n. 269 si è reso necessario a seguito della procedura d’informazione della Commissione Europea (EU Pilot 3693/12/MARK – 3694/12/MARK) in ordine all’esistenza in Italia di restrizioni al diritto di stabilimento e alla libera prestazione dei servizi per le attività di vigilanza. Le revisioni del D.M. n. 269 riguardano in particolare le limitazioni determinate dalla richiesta di un capitale sociale minimo, di una garanzia e di una copertura assicurativa contro terzi il cui importo appare spropositato. Con l’occasione il Ministero dell’Interno ha introdotto ulteriori modifiche e integrazioni al decreto, al fine di implementare ulteriormente l’efficacia del provvedimento.

la Redazione

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.