Home » News » Soluzioni

Bft presenta Magistro

Bft presenta Magistro

450 i dipendenti tra Italia ed estero, in aumento dal 2010 in totale controtendenza; 90 centri di assistenza solo in Italia; un fatturato raddoppiato dal 2004 ad oggi, e che attualmente è di 109M di Euro: questi sono solo alcuni dei numeri di Bft, azienda vicentina “fatta di persone” come specifica l’AD Sergio Novello, e che fonda le sue radici nella solidità del prodotto, nella flessibilità dell’applicazione, nella tradizione tesa verso l’innovazione e nell’approccio globale al mercato.
Martedì 6 maggio, nella nuova sede milanese del Gruppo Icat, Bft ha presentato Magistro, sistema di gestione accessi ed automazioni ad uso residenziale.

A presentarlo Diego Malvestio, Director of Marketing and Services e Gabriele Varisco, Advance Development Web and Networking Competence Center. Malvestio ha sottolineato: “Magistro offre soluzioni versatili, scalabili e intuitive, sia per l'installatore che per l'utente.
Con Magistro l'implementazione è libera, scalabile e semplice: l'installatore impiegherà meno di un minuto per associare un modulo al concentratore.
Il cliente elettivo di Bft è l'installatore di materiale elettrico: abbiamo quindi strutturato una promozione commerciale di lancio abbinata a un mini-sito dedicato, studiato per comunicare al meglio le caratteristiche del prodotto. La formazione per tale prodotto è imprescindibile: Bft ha già pianificato a tal scopo sia delle sessioni formative live sia delle sessioni di training on-line”.

Varisco, “papà di Magistro” come lui stesso ha affermato, ne ha evidenziato le caratteristiche tecniche ed installative. Vediamole insieme.

Un sistema integrato e integrabile. All’infinito

Magistro è un sistema wireless di controllo, che permette di attivare automazioni e accessi. Il cervello tecnologico del sistema è Magistro Brain, il concentratore che, attraverso il protocollo Z-Wave, controlla Magistro Light, per la gestione degli impianti d’illuminazione, e Magistro Roll per il controllo delle tapparelle. Bft, tuttavia, ha predisposto una serie di soluzioni per garantire la massima estensibilità di tutto il sistema. Grazie alla B EBA Z-Wave, Magistro può gestire tutte i prodotti Bft che utilizzano la piattaforma U-Link, il linguaggio di comunicazione proprietario, sviluppato dall’azienda per il controllo delle automazioni. In questo modo il sistema può attivare sia funzioni open/close sia modulare il grado stesso di apertura e chiusura. La scalabilità, tuttavia, va ben oltre e assicura un’elevata compatibilità e interoperabilità: con Magistro Uni, infatti, è possibile gestire tutti i prodotti che non implementano il protocollo U-Link e che non sono a marchio Bft, ma che utilizzano Z-Wave. Sono circa 950 dispositivi che possono trasformare Magistro in un sistema completo, in grado di attivare devices per la gestione di porte, dell’impianto di riscaldamento e di condizionamento, fino a sistemi di gestione di elettroserrature, consumi energetici e intrattenimento. Magistro Batt & Key, infine, è il dispositivo che comprende la batteria di alimentazione e una chiavetta Usb.

Un network flessibile di dispositivi

La scelta del protocollo Z-Wave è parte di una precisa strategia aziendale che conferma la volontà di creare sistemi aperti, che possono quindi essere aggiornati nel tempo con estrema semplicità e che sono interoperabili fra loro. La specificità di Magistro, tuttavia, è quella di sfruttare al massimo le potenzialità date dalla tecnologia wireless. A differenza di altri impianti, dove il concentratore comunica direttamente con ogni singolo modulo, Magistro crea una rete di dispositivi che sono sia ricevitori che trasmettitori, ma soprattutto ripetitori del segnale. Questo significa che la portata della comunicazione si moltiplica e può coprire una distanza fino a 150 metri, con l’utilizzo di quattro moduli. Inoltre, Magistro, grazie alla tecnologia Z-Wave, risolve tutte le problematiche legate alle perturbazioni o agli ostacoli per la diffusione del segnale: ogni nodo del network funge da ripetitore e quindi il flusso d’informazione è ricalcolato in base a eventuali interferenze o anomalie del sistema. 

Un universo che comunica: Z-Wave

Magistro utilizza il protocollo Z-Wave, un innovativo sistema wireless che permette di gestire attraverso un unico concentratore molteplici moduli. L’installazione quindi è flessibile e scalabile, aperta e facile da espandere, grazie alla compatibilità con oltre 950 beni di consumo del consorzio Z-Wave. Il protocollo, inoltre, è perfettamente stabile e affidabile: è ottimizzato per la trasmissione di piccoli pacchetti di dati, utilizza la frequenza di 868,4 Mhz ed è immune da interferenze rispetto alla banda del Wi-Fi a 2,4 Ghz. Z-Wave garantisce massima sicurezza per tutto l’impianto perché sfrutta l’algoritmo NIST, un hardware random number generator ed è cifrato in AES 128 BIT.

Semplice da installare e intuitivo da gestire

La parola chiave che ha guidato lo sviluppo di Magistro è stata semplicità. Semplicità per l’installatore. E semplicità per l’utilizzatore. La tecnologia wireless, infatti, elimina tutti gli interventi di preinstallazione, come canalette e filatura dell’impianto, e permette di installare i moduli all’interno degli slot dell’impianto elettrico. Basta, inoltre, meno di un minuto per associare un nuovo modulo al concentratore. Ciò significa ottimizzare i tempi di installazione e di programmazione da parte del tecnico. Magistro è espandibile in qualsiasi momento con tutti i prodotti che appartengono al consorzio Z-Wave: il suo sviluppo segue le esigenze dell’utente. Inoltre, l’interfaccia intuitiva permette monitorare e programmare tutto il funzionamento del sistema creando scenari personalizzati per l’attivazione di aperture e chiusure oppure coordinare queste operazioni con siti web, in modo da comandare luci o tapparelle in base alle variabili meteo (ora di alba e tramonto, precipitazioni ecc.). Il tutto nel segno della massima usabilità da parte dell’utilizzatore.

Controllo efficace con il sistema Cloud Sever

Magistro può essere controllato e gestito tramite pc, smartphone o tablet. Il concentratore Magistro Brain, infatti, comunica con un Cloud Server e, tramite esso, può interfacciarsi con i vari devices. Per l’installatore e l’utente sarà facile connettersi: utilizzando un normalissimo browser (Mozilla, Safari, Explorer, Chrome, Opera) può collegarsi al sito Magistro Site (www.magistro.bftautomation.com) e da qui impostare scenari, regole di attivazione e tutte le operazioni necessarie. Questo permette un controllo totale sia in locale, se l’utente si trova a casa, sia da remoto, attraverso pc o dispositivi mobile. Inoltre, il protocollo Z-Wave è ottimizzato per il trasferimento di piccoli dati e di conseguenza assicura massima stabilità e affidabilità.

Nella foto da sinistra Gabriele Varisco e Diego Malvestio.

la Redazione

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.