Home » News » Attualità

Come realizzare la sicurezza efficace nelle grandi aziende?

Come realizzare la sicurezza efficace nelle grandi aziende?

Genova. Se ne parla il 15 novembre al Circolo Unificato dell’Esercito, in via S. Vincenzo a Genova, in un meeting riservato ai managers di Grandi Organizzazioni.
La giornata è stata organizzata dal Club della Prevenzione nelle Grandi Organizzazioni (CPGO), facente capo ad AIAS, Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza, che ha già fatto diversi convegni sul territorio genovese in collaborazione con il Circolo Unificato dell’Esercito di Genova.
S News è media partner dell’evento, come già nei convegni precedenti.
In programma una tavola rotonda di una giornata intera per parlare di sicurezza, di salute e di ambiente e in particolare di come si affronta il problema di garantire la migliore protezione dei lavoratori tutelando in questo modo anche le loro famiglie e la società intera.
L’obiettivo principale del Club è l’incontro tra HSE manager di grandi società italiane per condividere esperienze in materia di Salute, Sicurezza e Ambiente, affrontare tematiche di interesse comune e promuovere e applicare la cultura della responsabilità sociale e dello sviluppo sostenibile all’interno dell’industria italiana.
Il Club dell’AIAS è attivo da qualche anno, per fare qualche esempio, dal 2010 hanno aderito Fiat, SIAD, MPS, Bosch e Saipem, creando una rete di comunicazione informale che si è sempre confrontata, di volta in volta, toccando temi specifici, sviluppando la prevenzione e la sicurezza sul lavoro.
Il 15 novembre, a Genova, i partecipanti del Club si confronteranno su due grandi argomenti: la Sicurezza e Salute sul lavoro e le Emergenze.
Aprirà la sessione mattutina del meeting il Tenente Colonnello Antonio Di Mezza Direttore del Circolo Ufficiali per i saluti di benvenuto e illustrazione delle attività del Circolo, seguito da Giancarlo Bianchi, Presidente AIAS.
Si entrerà poi nel vivo dei lavori del meeting con gli interventi del Presidente del Club, Andrea Forzan, Corporate HSE VP di Saipem che insieme al Dottor Gianmario Casati di Saipem racconteranno l’esperienza di “Choose Life”, un workshop innovativo che ha portato a dei risultati estremamente positivi nel rendere più consapevoli gli stessi attori aziendali dell’importanza del rispetto per la sicurezza e salute sul lavoro.
Da questo workshop è stato realizzato un film che ha già vinto diversi premi, tra cui uno a Cannes sui film industriali, e che sarà proiettato durante il meeting. 
Seguirà, a chiusura della mattinata, il dottor Francesco Bellico di Evimed che presenterà alcune evidenze scientifiche di come una corretta prevenzione della sicurezza sul lavoro porti vantaggi economici anche alle aziende.
Spetta a Gianna Detoni, presidente dell’Associazione HI CARE, Human and Infrastructure Crisis Aid & Rescue in Emergency, il compito di riaprire i lavori del pomeriggio. Detoni, Fondatrice oltre che Presidente di HI CARE, affronterà il tema della Social e Business Continuity, un importante tema che spiega come solo affrontando la sicurezza con serietà, etica e una chiara metodologia, da parte di tutti, aziende, pubblica amministrazione e società, si possa garantire la continuità dell’erogazione dei servizi e la continuità dello sviluppo sociale.
Simone Cencetti, Head of Environment, Health and Safety di Fiat, illustrerà invece il World Class Manufacturing Project, uno strumento, cioè un modello di sistema di gestione adottato da Fiat per migliorare la sicurezza che muove verso l’obiettivo “zero infortuni”.
Il Presidente AIAS, Giancarlo Bianchi chiuderà il meeting parlando del ruolo delle numerose Associazioni professionali specialistiche APA, istituite in AIAS, che possono oggi rappresentare un valido aiuto nell’avanzamento tecnico scientifico delle figure della sicurezza aziendale.
Lo sviluppo delle APA permette la qualificazione delle figure professionali resa obbligatoria dalla Legge 4/2013 e dal D.Lgs.13/2013 che permette, applicando secondo il modello European Qualification Framework (EQF), ai professionisti Italiani di operare liberamente nei 28 paesi dell’Unione Europea.
Saranno presenti alla riunione del Club Prevenzione nelle Grandi Organizzazioni il Comandante del CME Liguria, Generale di Brigata Francesco Patrone, il Capo di Stato Maggiore, Colonnello Alfonso La Franca.
Contestualmente al meeting il Circolo Ufficiali ospita, dal 9 al 16 novembre presso il Circolo Unificato dell’Esercito, la mostra fotografica “Nassirya per non dimenticare”, e anche se non era in programma, il giorno 15 due Carabinieri testimoni dei fatti illustreranno ai partecipanti al meeting le foto della mostra e quei tragici eventi. I relatori in questione saranno il  Maresciallo Rocco Bozzo e l'Appuntato scelto Marco PInna.
Nonostante il periodo di grave difficoltà che stiamo vivendo è indispensabile non ridurre l’attenzione e le risorse destinate alla sicurezza e rafforzare l’efficace collaborazione tra professionisti di aziende, rappresentanti delle Forze dell’Ordine, Istituzioni e Associazioni.
Tale collaborazione si dimostra efficace ed efficiente per promuovere una cultura applicativa della prevenzione in grado di affrontare scenari molto complessi e vecchie e nuove minacce.

la Redazione

 

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.