Home » News » Attualità

D-Link : la genesi, l’offerta attuale ed il mercato della videosorveglianza IP

D-Link : la genesi

S News incontra Alessandro Taramelli, Sales & Marketing Manager D-Link.

Signor Taramelli, D-Link è un marchio iper conosciuto in Italia, ma qual è la sua genesi?
D-Link Corporation nasce nel 1986, a Taipei come Datex Systems Inc., con una mission che anticipa i tempi: diventare leader mondiale nello sviluppo, produzione e fornitura di soluzioni per il networking. L’Azienda ha cambiato il proprio nome nel 1994 quando è stata quotata in borsa (Taiwan) ed è diventata la prima azienda nel settore delle soluzioni di rete.
Alla fine del 1997 D-Link sbarca a Milano, una piccola start-up nata come risultato della sfida intrapresa da Stefano Nordio, Vicepresidente D-Link.

Andando nello specifico del mercato italiano, quali i dati e gli aspetti che vi caratterizzano?
D-Link, come diciamo spesso noi, ha due anime: una consumer e una business, che pesano rispettivamente il 45% del fatturato totale, lasciando al mercato delle Telco un 10%. Attualmente siamo uno dei pochi operatori del settore, forse l’unico, ad offrire sia ad utenti domestici che alle aziende soluzioni di networking, ma anche di storage e videosorveglianza digitale; differenziando ovviamente l’offerta e adattandola alle esigenze dei consumatori: facilità d’utilizzo e installazione unite a innovazione per gli utenti domestici; flessibilità e performance elevate a costi accessibili per PA e aziende.
Dopo una battuta d’arresto legata alla crisi del 2008, l’Azienda ha ripreso a crescere a ritmo sostenuto, forse non solo grazie ad un’offerta così ampia e variegata, ma anche all’ingresso in alcuni segmenti particolarmente dinamici come il mercato della videosorveglianza IP, nel quale negli ultimi due anni abbiamo raddoppiato il nostro giro d’affari, anno su anno, e a quello dello storage, dove nei primi mesi di quest’anno siamo cresciuti del 50% circa rispetto allo stesso periodo del 2012.

Parlando di offerta a livello di prodotti, quali i vostri prodotti e gamme distintive?
L’offerta di D-Link è cresciuta parallelamente al crescente bisogno di accedere a fonti di informazione alternative e alle nuove tecnologie Over IP: la diffusione di Internet, l’adozione da parte delle aziende di Intranet, la sempre maggiore richiesta di Extranet, Repository e archiviazione, la nascita dell’e-commerce, la crescente domanda di soluzioni a banda larga domestiche, di connettività wireless, la nascita del VoIP e l’introduzione della videosorveglianza su IP.
Altro fattore trainante è stata la nascita, nel 2011, del Cloud firmato D-Link e l’introduzione delle videocamere mydlink per uso domestico: monitorabili da remoto, tramite pc e internet o smartphone e app. Un lancio proficuo, se consideriamo che nei primi sei mesi dall’introduzione della nuova gamma, 18.000 italiani avevano installato una videocamera mydlink a casa o in ufficio.
Altrettanto positiva l’estensione della gamma e l’introduzione del Cloud Storage e del Personal Cloud firmato D-Link, che consente la condivisione, il backup e il salvataggio di tutti i file personali (musica, video, documenti) in rete, mantenendone la proprietà e tutelandoli da occhi indiscreti. Punto focale per gli utenti, se abbiamo registrato una crescita, anno su anno, del 47% nel solo segmento Retail, diventando per D-Link una tra le prime cinque categorie di prodotto più vendute.

E relativamente al mercato della Videosorveglianza IP, quale la sua vision?
Il mercato della videosorveglianza è in costante crescita, in Europa e nel mondo, lo conferma ABI Research che prevede il raggiungimento della soglia dei 46 miliardi di dollari di ricavi nel 2013 (ABI Research/Frost&Sullivan).
L’evoluzione futura delle soluzioni di videosorveglianza IP punta tutto sulla qualità di video e immagini, e D-Link, in linea con i trend tecnologici che domineranno anche la seconda parte del 2013, ha introdotto Videocamere dotate di obiettivo P-Iris, il sistema di controllo del diaframma che consente di mettere a fuoco il primo piano, ma anche lo sfondo, congiunto alla Backlight compensation, che riporta alla luce il soggetto in primo piano quando lo sfondo è sovraesposto alla luce; obiettivi grandangolari e videocamere con tecnologia Fisheye, per una panoramica a 360°; risoluzioni megapixel e Wide Dynamic Range (WDR) per ottenere video ad alta risoluzione anche fino a 75m di distanza e introdurrà a breve la tecnologia IVS (Image Visual Solution) con processori più potenti per potenziare al massimo la video analisi e funzioni di Intelligenza a bordo.
Potrei concludere dicendo che D-Link, in linea con la propria mission “Building networks for people”, ha veramente reso accessibile il networking agli utenti domestici e alle PMI.

a cura di Linda R. Spiller

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.