Home » News » Soluzioni

I nuovi sistemi di sicurezza degli oratori di San Giovanni Battista e di San Giuseppe

I nuovi sistemi di sicurezza degli oratori di San Giovanni Battista e di San Giuseppe

Nel cuore di Urbino, città simbolo per eccellenza del Rinascimento italiano, inserita nel 1998 nella lista dei siti dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO e ora candidata a Capitale Europea della Cultura, mercoledì 25 settembre si è svolta la presentazione dei nuovi sistemi di sicurezza degli oratori di San Giovanni Battista e di San Giuseppe, la cui realizzazione è stata sostenuta dalla Fondazione Enzo Hruby.

Hanno preso parte all’incontro Franco Corbucci, Sindaco di Urbino, Carlo Hruby, Vice Presidente della Fondazione Enzo Hruby, il Capitano Salvatore Strocchia, Comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Ancona, e Agnese Vastano, vice Direttore Tecnico Scientifico della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici delle Marche, in sostituzione della Soprintendente Maria Rosaria Valazzi.

Gli interventi, moderati dal responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune di Urbino Gabriele Cavalera, sono stati introdotti da Federico Scaramucci, Presidente Commissione Cultura Turismo Attività Produttive. Presenti all’incontro anche Mauro Cassini, titolare dell’azienda Umbra Control che ha realizzato i sistemi di sicurezza nei due oratori, e alcuni membri delle confraternite dei due oratori. 

LA REALIZZAZIONE
Nell’oratorio di San Giovanni Battista la società Umbra Control ha realizzato un sistema integrato  antintrusione e di videosorveglianza allo scopo di prevenire i furti e gli atti  vandalici e, in caso di necessità, offrire un valido supporto alle indagini delle Forze dell’Ordine.
Per la protezione di porte e finestre sono stati installati contatti magnetici cablati e via radio.
All’interno dell’oratorio sono stati installati rivelatori antimascheramento, cablati e via radio, per ottenere una valida protezione volumetrica in grado di rilevare ogni tentativo di intrusione. Il cuore di sistema è una centrale a 8 zone espandibile a 192, controllata da tastiera LCD.
A completare il sistema, sono state installate una sirena per interno e una per esterno e i moduli di comunicazione per l’invio delle segnalazioni d’allarme al custode. Il sistema antintrusione è stato integrato ad un sistema di videosorveglianza che va a sostituirsi ad un preesistente impianto divenuto obsoleto. Il nuovo sistema è costituito da telecamere Day&Night antivandalo che permettono la visibilità anche di notte passando dalla modalità a colori a quella in bianco e nero collegate a un videoregistratore.
L’oratorio di San Giuseppe, di origini cinquecentesche, è stato riedificato tra il 1682 e il 1689 da Orazio Albani, fratello di Papa Clemente XI. Conserva al suo interno, tra le altre opere, uno straordinario Presepe realizzato in scagliola tra il 1545 e il 1550 dal plastificatore urbinate Federico Brandani. Per la protezione del complesso la società Umbra Control è intervenuta realizzando un sistema antintrusione per prevenire i furti e gli atti vandalici. Le nuove apparecchiature sono state integrate con un preesistente impianto antintrusione, andando a sostituire le parti non più funzionanti. Il nuovo sistema è costituito da contatti cablati e via radio per la protezione di porte e finestre e da rivelatori volumetrici cablati e via radio che rilevano la presenza di intrusi. Anche in questo caso una centrale a 8 zone espandibile a 192 è stata collegata a tastiera LCD, a due sirene (una per interno e l’atra per esterno) e ai moduli di comunicazione per l’invio delle segnalazioni d’allarme al custode.

I BENEFICI
Operando in contesti di grande valore storico-artistico, sono state trovate soluzioni non invasive per non intaccare il pregio dei due edifici. È stata infatti prestata la massima attenzione a mimetizzare le  apparecchiature di sicurezza nel rispetto delle strutture architettoniche e dei manufatti artistici esistenti.
A tal riguardo, Carlo Hruby ha anche sottolineato il ruolo che oggi riveste la videosorveglianza, fondamentale sia nelle fasi di indagini, sia per prevenire le azioni criminose grazie alle possibilità offerte dalla videoanalisi intelligente.

la Redazione
 

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.