Attualità // Produttori

KTS: 30 anni di storia e nuovi progetti di crescita

Condividi

KTS celebra quest'anno l’importante traguardo dei 30 anni dalla sua Fondazione, avvenuta grazie a Lirio Montella (nella foto in alto), nel 1991. Incontriamo proprio Lirio Montella, Amministratore KTS Srl, con Marco Montella, Direttore Commerciale e Rosario Areni, Responsabile Tecnico-Commerciale.

Tante le evoluzioni che vi hanno visto partecipi della Storia della Sicurezza in Italia. Chi è KTS oggi, signor Montella?
KTS nasce come azienda produttrice di cavi su specifica. Successivamente, seguendo le richieste del mercato, si è specializzata nella produzione dei conduttori maggiormente utilizzati nel settore della sicurezza.
La produzione è sempre stata in KTS l’anima stessa dell’azienda e parte essenziale del nostro DNA.  Interpretare le necessità del mercato e tradurle in un prodotto performante è sempre stata la nostra strategia. Per garantire ciò, sin dalla fondazione dell’azienda, l’aggiornamento tecnologico costante e il conseguente miglioramento del ciclo produttivo sono stati il fulcro su cui l’azienda ha fatto leva, per perseverare nel raggiungimento dei propri obiettivi e migliorarne il rendimento.
Negli anni, oltre ai processi produttivi, anche le strategie commerciali sono evolute ed oggi KTS si rivolge ai principali distributori, punto di forza del mercato, con i quali ha un rapporto di collaborazione e sinergia, in grado di conferire al comparto produttivo agilità e costanti miglioramenti qualitativi.

Da qualche tempo suo figlio la affianca nella conduzione dell’azienda. Che cosa rappresenta questo per KTS?
Il mercato, in continua evoluzione, richiede costante attenzione alle nuove esigenze e appropriati aggiornamenti tecnologici. La capillarizzazione sempre più diffusa delle vendite richiede, a sua volta, crescente attenzione e maggiore specializzazione.
L’affiancamento di mio figlio, naturale supporto in quest’ultimo decennio nella conduzione aziendale, rappresenta un apporto di entusiasmo ed energia fresca, e fa sì che dopo 30 anni l’Azienda di famiglia possa proseguire il suo cammino verso il consolidamento di sempre più ambiziosi progetti.

Quali, quindi, dottor Marco gli apporti e le evoluzioni che sta portando in azienda?
Proseguendo nella filosofia aziendale, tracciata da mio padre, negli ultimi anni abbiamo attuato strategie, commerciali e di marketing, nell’ottica di aumentare la visibilità al nostro brand sul mercato.
KTS, fino a qualche anno fa, era diretta esclusivamente alla grande distribuzione. Con il passare del tempo, però, il mercato si è frazionato sempre più: da qui l’esigenza di allestire il magazzino di prodotti finiti, in grado di supportare le richieste della clientela con tempi e costi ottimali.
Oltre agli investimenti in attrezzature e macchinari ed all’ottimizzazione della logistica, è in fase di aggiornamento il software gestionale dedicato all’automazione industriale, riferito alla 4.0.

Quale la sua visione a breve/medio termine in relazione al vostro specifico mercato di riferimento?
Sicuramente il cavo assumerà, sempre più, un ruolo riconosciuto nel settore della sicurezza. Infatti, la tecnologia dei sistemi si sta evolvendo dando spazio sempre più ai segnali digitali in sostituzione di quelli analogici; per questo è importante che la connessione all’interno di un sistema  avvenga rispettando tutte le performances richieste, altrimenti ne va del risultato del funzionamento del sistema stesso. Proprio in quanto produttori, siamo da sempre consapevoli del valore del mezzo che permette la connessione e della valenza della sua capacità di trasmissione. Per questo i costanti miglioramenti qualitativi e la Ricerca & Sviluppo saranno sempre più caratterizzanti per crescere sul mercato.

Passando ora, signor Areni, più nello specifico all'ambito tecnico e alle soluzioni, quali le recenti novità?
KTS è da sempre specializzata nella produzione di cavi per il settore della sicurezza e dell’automazione.
Il know-how acquisito ci consente di apportare con continuità soluzioni tecniche, finalizzate a migliorare la qualità dei nostri prodotti.
Dal luglio del 2017, con la definitiva entrata in vigore delle norme che classificano i materiali di costruzione in base al loro comportamento al fuoco, è nata una nuova epoca per tutto il settore della  sicurezza.
La nuova normativa Europea (CPR) impone ai produttori di materiali da costruzione articoli sempre più performanti, e ne regolamenta la loro classificazione, in riferimento al comportamento al fuoco.
La nostra Azienda, in collaborazione con i suoi storici fornitori di Compounds, ha individuato le materie plastiche che, in caso di incendio, hanno emissioni prive di alogeni e a basso contenuto di gas tossici e corrosivi, requisiti essenziali richiesti dal regolamento CPR.

Ad oggi disponiamo  di una vasta gamma di articoli conformi alle diverse classi CPR: “B2ca”, “Cca” e “Eca”, dai cavi antintrusione all’ultima variante della norma CEI 20-105 dei cavi antincendio, anch’essa classificata in Cca.

Tra le ultime novità presentate, la nuova gamma di cavi BUS per la domotica e, fiore all’occhiello, una linea di cavi con armatura in acciaio zincato, antiroditore e per istallazioni in ambienti disagiati.

a cura di Monica Bertolo

KTS_Montella_Areni

KTS_Oltre la notizia1

01.07.2021


Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza,
iscriviti alla nostra newsletter.

\\ Articoli correlati

“DiCo by CEI”: software per compilazione Dichiarazione di Conformità

“DiCo by CEI” è il nuovo software rilasciato dal Comitato Elettrotecnico...

“Flash by CEI”: nuovo software per Protezione dalle Scariche Atmosferiche

“Flash by CEI” è il nuovo software rilasciato dal CEI,Comitato Elettrotecnico...

ICSA: al via Sesta Edizione Corso Professionisti Security UNI 10459: 2017

ICSA, la Fondazione presieduta dal Generale Tricarico, dà il via alla Sesta Edizione del...

Seguici Su

   

Iscriviti alla newsletter di S News

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza, iscriviti alla nostra newsletter.