Home » News » Attualità

Software contraffatti e concorrenza sleale. Il caso Italiano

Software contraffatti e concorrenza sleale. Il caso Italiano

Milano. La Scuola di Alta Formazione Etica & Sicurezza de L'Aquila promuove il convegno “Software contraffatti e concorrenza sleale. Il caso Italiano”, organizzato dal CReSV Bocconi in collaborazione con Microsoft.
L’incontro  si svolgerà il 23 gennaio 2013 dalle ore 16.30 alle ore 19.00 presso l'Università Bocconi, Aula N06, Velodromo, Piazza Sraffa 13.

Parteciperanno :
• Federico Barilli, Segretario Generale di Italia Startup
• Armando Branchini, Direttore Generale Altagamma 
• Maurizio Dallocchio, CReSV Università Bocconi
• Marco de Sanctis, Legal & Corporate Affairs South Europe Director, Microsoft
• Salvatore La Barbera, Dirigente del Compartimento della Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Lombardia
• Daniela Mainini, Presidente Consiglio Nazionale Anticontraffazione
• Francesco Perrini, Direttore CReSV e Sif Chair of Social Entrepreneurship Università Bocconi
• Alberto Reda, Comandante Nucleo Speciale Frodi Tecnologiche, Guardia di Finanza
• Antonio Salvi, Preside Università Lum Jean Monnet e Direttore Osservatorio M&A CReSV, Università Bocconi
• Carlo Villanacci, Esperto della Guardia di Finanza presso Ambasciata d’Italia a Washington

La problematica è particolarmente rilevante nel contesto economico italiano, alla luce del fatto che il nostro è il secondo Paese in Europa in termini di software contraffatti. Si stima infatti che il piracy rate in Italia sia del 48% circa, contro una media europea che va dal 26% al 35%.
In allegato, il programma dell’incontro.
E’ richiesta l'iscrizione online all'indirizzo: www.unibocconi.it/eventi

Programma.pdf.

 

la Redazione

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.