Home » News » Soluzioni

Elmax: videoverifica e videoanalisi per Santuario Monte Sant’Angelo Patrimonio Unesco

Elmax: videoverifica e videoanalisi per Santuario Monte Sant'Angelo Patrimonio Unesco

Elmax presenta un interessante case study, che ha visto protagonista un sito Patrimonio dell’UNESCO.
Tra i tanti impianti per siti residenziali, commerciali e soprattutto industriali, realizzati da installatori professionisti che hanno “sposato” le tecnologie Elmax, mancava sino ad oggi il sito sacro.
Ora Elmax può vantare anche questa tipologia di realizzazione ed il sito da proteggere è di particolare importanza internazionale, sia per la sacralità e la storicità del luogo, che per il fatto che è patrimonio dell’umanità dell'UNESCO: il Santuario di San Michele Arcangelo, situato nella cittadina garganica di Monte Sant'Angelo, in provincia di Foggia.

LA REALIZZAZIONE DELLA SOLUZIONE ELMAX ED I BENEFICI
L'impianto è stato realizzato dalla ditta Di Padova Giuseppe & Prioletti Michele. Professionisti esperti che, dopo una specifica formazione, hanno applicato le consolidate tecnologie di Video Analisi e Videoverifica della centrale prodotta da ELMAX.
Anche in questo caso il team di ingegneri e tecnici della ELMAX ha affiancato la ditta, affinché il completamento dell'impianto avvenisse nel migliore dei modi, esprimendo al massimo le caratteristiche  della centrale PHANTOM64 PRO VIDEO IP
Infatti la centrale è diventata, da tempo, riferimento per impianti evoluti dove è particolarmente richiesta la presenza della Video Analisi e della Videoverifica.

LE SPECIFICHE DELL'IMPIANTO
Il committente richiedeva un ammodernamento del vecchio impianto antintrusione con uno più evoluto.
L'impianto di videosorveglianza, invece, è dotato di telecamere IP predisposte ad interagire con la centrale ELMAX. L'impianto di videosorveglianza interessa sia la parte esterna del santuario (facciata basilica, parcheggio interno, ecc.), che le varie parti interne della basilica in tutte le sue sezioni: navate, altare, coro altare, corridoi a scalinate di accesso alla cripta (grotta) e il museo lapidario.
Per quanto concerne l'impianto antintrusione, oltre alle funzioni canoniche, veniva richiesto di sottoporre in videoverifica alcune zone dell'impianto e che fosse particolarmente efficace. Tale compito è stato assolto egregiamente dalla PHANTOM64 PRO VIDEO IP, che è in grado di acquisire il video delle telecamere di interesse, generare dei video clip di pre e post allarme e di inviarli via email o TELEGRAM. Inoltre veniva richiesta una protezione antintrusione anche all'esterno, dove non erano presenti specifici sensori volumetrici.

PROTEZIONE INTERNA
La protezione interna non ha subito particolari modifiche, in quanto sono stati riutilizzati sensori esistenti. Ovviamente tutta la sezione di controllo è stata sostituita, con tastiere dislocate nei luoghi opportuni. Anche la distribuzione del BUS è stata rivista. Infatti la centrale dispone di due BUS indipendenti che hanno permesso di suddividere meglio la distribuzione dei dispositivi su di essi. Inoltre, data la vastità dei luoghi da servire, è stato necessario introdurre alimentatori supplementari supervisionati (POWERBUS), per garantire un apporto energetico adeguato all'esigenza.

PROTEZIONE ESTERNA
Un'attenzione particolare è stata necessaria nella protezione esterna. Infatti, mentre per l'interno l'impianto dispone di sensori preesistenti, l'esterno ne era completamente privo. Pertanto la tecnologia ELMAX è venuta incontro proprio per risolvere questo problema. Sfruttando le caratteristiche delle telecamere IP con Video Analisi a bordo, queste ultime sono state trasformate in sensori. Pertanto le regole scelte dall'installatore, sono state trasformate in zone dalla centrale, sfruttando al massimo l'integrazione.
Per ogni telecamera si possono avere più protezioni, come l'antisabotaggio del taglio cavi, l'offuscamento della telecamera stessa, l’attraversamento di linee immaginarie, l’ingresso in aree. Queste funzionalità sostituiscono, con un valore aggiunto,  le protezioni da esterno di sensori tradizionali.
Inoltre, le zone video di particolare interesse sono state poste in videoverifica con le stesse telecamere sfruttando, per l'invio all'utente, il velocissimo vettore TELEGRAM.

CONCLUSIONI
La protezione esterna di un luogo sacro come il Santuario di Monte Sant'Angelo, dotata di un perimetro esterno non ben definito, ha messo in risalto i vantaggi dell'utilizzo di telecamere IP con video analisi integrate con una centrale di antintrusione PHANTOM64 PRO VIDEOIP di ELMAX.

Si è avuta la possibilità di proteggere zone esterne, che difficilmente sarebbero state raggiungibili con l'utilizzo di sensori tradizionali, si è migliorata l'affidabilità verso i falsi allarmi e si è dotato l'utenza di un unico strumento, l'app ELMAX MOBILE, per la gestione integrata dell'impianto di antintrusione e di quello di video sorveglianza.

ELMAX_MONTE-SANTANGELOInterno-Basilica

la Redazione

Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.