Home » News » Soluzioni

Rilevatori CENTRUM EEA: ora anche per montaggi in orizzontale

Rilevatori CENTRUM EEA

I rilevatori della linea CENTRUM sono tutti studiati e progettati da EEA per installazioni centro finestra per la protezione di un singolo varco e sono stati poi ottimizzati anche nella versione per montaggi in orizzontale a copertura di intere pareti.

LE CARATTERISTICHE E I VANTAGGI DEI RILEVATORI CENTRUM DI EEA

I CENTRUM sono disponibili nelle versioni CENTRUM CX, CENTRUM CX IP via filo, e nelle versioni basso assorbimento CENTRUM LAB LT e CENTRUM LAB PLUS.

Il guscio plastico, curato nella fattura e nel design (oltre ad essere disponibile in diverse colorazioni per tutte le versioni), nella versione basso assorbimento (LAB) permette di alloggiare i più usati contatti radio attualmente presenti sul mercato; il connettore multi-filo in dotazione, poi, ne semplifica le operazioni di cablaggio con il trasmettitore stesso.

I CENTRUM FILARI

Tra gli elementi che maggiormente caratterizzano i CENTRUM filari spiccano:

  • ANTIMASCHERAMENTO A LED ATTIVI, rileva qualsiasi tentativo di mascheramento del rilevatore tramite la tecnologia LED attivi;
  • ANTIMASCHERAMENTO DI MICROONDA, consente di segnalare qualsiasi tentativo di mascheramento della sezione microonda;
  • FUNZIONE TAPPARELLA, che permette, in presenza di finestre con tapparelle, di aver la migliore efficacia di rilevazione;
  • PORTATA in orizzontale di 6 metri;
  • ALTEZZA MASSIMA di installazione sul varco 3 metri;
  • IMPERMEABILITÀ, contenitore impermeabile grazie alla presenza di guarnizioni su tutti i profili di chiusura (solo nella versione CENTRUM CX IP);
  • GRADO DI PROTEZIONE IP65, grado di protezione dell’involucro solo nella versione CENTRUM CX IP;
  • COMPENSAZIONE DELLA TEMPERATURA, che consente il massimo grado di affidabilità di rilevazione dell’infrarosso, soprattutto in situazioni critiche dal punto di vista termico;
  • DUE PARZIALIZZATORI per la lente di Fresnel, sia per rendere il rilevatore PET immune, sia per filtrare eventuali disturbi presenti nell’area di rilevazione;
  • Interfacciabilità con gli accessori STAFFA 90° e con gli snodi HUB + HUB-C;
  • COLORAZIONI differenti, per permettere una migliore integrazione con contesto ambientale nel quale viene inserito il rilevatore;
  • MATERIALE PLASTICO di alta qualità che garantisce affidabilità meccanica nel tempo.

I CENTRUM LAB

Fratello a basso assorbimento del MYNI DT CUT via filo, il CENTRUM LAB (disponibile nella versione base “LT” ed in quella top di gamma “PLUS”) può essere installato nelle più svariate applicazioni grazie ai suoi numerosi settaggi e alla compatibilità con molti accessori del catalogo EEA, caratteristiche che lo rendono estremamente flessibile sotto il profilo dei montaggi.

Tra gli elementi che maggiormente caratterizzano questo ritrovato di tecnologia ed estetica spiccano:

  • ANTIMASCHERAMENTO A LED ATTIVI, rileva qualsiasi tentativo di mascheramento del rilevatore tramite la tecnologia LED attivi (solo nella versione PLUS);
  • Possibilità di essere alimentato dalla STESSA BATTERIA del trasmettitore utilizzato, grazie al contenuto assorbimento del rilevatore in oggetto;
  • FUNZIONE TAPPARELLA, che permette, in presenza di finestre con tapparelle, di aver la migliore efficacia di rilevazione;
  • COMPENSAZIONE IN TEMPERATURA, che consente il massimo grado di affidabilità di rilevazione dell’infrarosso, soprattutto in situazioni critiche dal punto di vista termico (solo su versione PLUS);
  • DUE PARZIALIZZATORI (di serie nella versione PLUS) per la lente di Fresnel, sia per rendere il rilevatore PET immune, sia per filtrare eventuali disturbi presenti nell’area di rilevazione;
  • Interfacciabilità con gli accessori STAFFA 90° (di serie nella versione PLUS) e con gli snodi HUB + HUB-C;
  • Scheda elettronica protetta da RESINA, che permette una maggiore affidabilità in durata e funzionamento anche in ambienti critici come gli ambienti esterni protetti (finestre, porticati, balconi…);
  • INCLINAZIONE del “fascio di rilevazione”, che permette di “brandeggiare” la rilevazione di alcuni gradi, così da evitare l’interferenza con eventuali anomalie delle pareti da proteggere.
Condividi questo articolo su:

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.



Fiere ed eventi

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.