Openware: Microservizi necessari in una moderna Piattaforma d’Integrazione

Openware: Microservizi necessari in una moderna Piattaforma d’Integrazione

di Redazione - 5 Maggio 2021
Via Leonida Magnolini 14
25135 - Brescia (BS)
Tel.: +39 030 231.02.89
Fax: +39 030 231.16.60
Email: info@cogenspa.com
www.cogenspa.com
Cogen evidenzia che una delle sfide più ardue, quando si progetta una piattaforma d’integrazione, è dover dialogare con sistemi ed apparati completamente differenti tra loro.

Nella catena di comunicazione sono presenti differenti linguaggi e svariate tecnologie.
Solo grazie ad un’architettura distribuita e all’utilizzo di un’infrastruttura a microservizi, un moderno PSIM può superare questa complessità, assicurando prestazioni e continuità operativa, aumentando il disaccoppiamento delle tecnologie e fornendo uno strato di astrazione necessario per far dialogare tutti i sottosistemi in campo con una lingua comune.

In Openware esistono tre tipologie di microservizi:

• quelli che comunicano con i sottosistemi terzi (i drivers),
• i microservizi shared che forniscono funzionalità condivise inter/intra-applicazioni e
• i microservizi progettati per rispondere a specifiche esigenze dei clienti.

Questo sciame di software dialoga con i servizi principali, il core e il webserver, per creare l’esperienza agnostica, real-time e user friendly tipica di Openware, Full Interoperability Platform.

Condividi questa tecnologia su:
Cogen \\ Tecnologie

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.