SIOUX 3.0: La tecnologia MEMS applicata alla protezione delle recinzioni

SIOUX 3.0: La tecnologia MEMS applicata alla protezione delle recinzioni

di Redazione - 9 Ottobre 2015
Via G. Durando, 38
20158 - Milano (MI)
Tel.: +39 023767161
Fax: +39 0239311225
Email: info@cias.it
www.cias.it
L’innovativo sistema SIOUX studiato e realizzato, con il supporto del Politecnico di Milano da CIAS, sfrutta la tecnologia MEMS.
Un piccolo chip che si trova in tutti gli smartphone e che in questo caso analizza tutte le accelerazioni provocate durante scavalcamento, taglio, sollevamento e tentata rimozione del sensore, trasformandole in un allarme.
Da subito è risultato chiaro a tutti i suoi clienti che SIOUX avrebbe fatto sicuramente la differenza rispetto alle tecnologie già adottate dal mercato come microfonici, piezodinamici, fibra ottica, ecc sia per qualità del segnale digitale che per quantità di segnale da analizzare.
Ciascun sensore permette taratura individuale consentendo l’applicazione della stessa linea su recinzioni rigide o flessibili senza doversi preoccupare di suddividere le zone in fase di installazione.
Altra caratteristica non trascurabile brevettata è il Touch and Zone ossia il sistema che in fase di programmazione permette di definire le zone di allarme esclusivamente toccando la rete all’inizio e alla fine della zona da individuare. E’ composto da un’unità di controllo IP&PoE che gestisce fino a 700m suddividibili in 20 zone pur garantendo la precisione di 1m. Può proteggere reti fino a 6 metri di altezza con una sola linea di sensori ed è provvisto di un sistema inclinometrico per la rivelazione della manomissione.
Condividi questa tecnologia su:
Cias Elettronica \\ Tecnologie

RIVISTA

Scarica l’ultimo numero in versione PDF.

S NewsLetter

Rimani sempre aggiornato sulle ultime novità della sicurezza.

Ho letto e compreso la vostra privacy policy.